La terapia è destinata a pazienti affetti da difficoltà di comunicazione e più precisamente:

  • disturbi comunicativi in esiti di ictus cerebrale (afasia, disartria, deficit neuropsicologici)
  • disturbi comunicativi in esiti di trauma cranico
  • disturbi comunicativi da patologie neurologiche degenerative (sclerosi multipla, S.L.A., ecc.)
  • disturbi della deglutizione.